Una carriera nella consulenza del debito: Intervista a Gian Luca Stefanoni

0
115

Oggi parliamo di debiti e di Piano Debiti, azienda italiana specializzata nelle procedure e pratiche per porre rimedio alle situazioni di sovraindebitamento. Ricordiamo che la legge 3 2012 e la legge 155 2017, prevedono la possibilità di sdebitarsi da gravi debiti. Il lavoro che in questi anni Piano Debiti ha portato avanti con professionalità è quello di porre rimedio alla situazione debitoria di molte persone che si ritrovano a vivere in una situazione difficile a causa appunto dei debiti.

Piano Debiti è una realtà di fama nazionale e ogni anno aiuta tantissime persone ad uscire da situazioni insostenibili. Piano Debiti ridà serenità a tutte le persone che necessitano di far valere i loro diritti. Per capire meglio cosa fa questa azienda, oggi intervistiamo Gian Luca Stefanoni che ci aiuterà a capire la mission di questa impresa italiana:

1) Di cosa si occupa in Piano Debiti?

Sono entrato in Piano Debiti quattro anni fa. Ho iniziato un percorso come consulente del debito e oggi mi occupo di incontrare i clienti in difficoltà economica, capire con loro qual è il modo migliore per accedere alla procedura sul sovraindebitamento e aiutare molte famiglie in Italia ad uscire dall’incubo dei debiti.

2) Quali sono gli obiettivi da raggiungere quando un cliente decide di rivolgersi a lei?

L’esperienza ci ha insegnato a utilizzare un preciso metodo di lavoro e con ogni cliente affrontiamo sempre tre distinte fasi: la prima è un’intervista approfondita che ci faccia capire qual è la reale situazione dei debiti, i motivi che hanno portato al sovraindebitamento e quali sono gli obiettivi irrinunciabili di ogni
cliente; nella seconda fase lavoriamo coi clienti per ipotizzare quale sia la migliore procedura di sovraindebitamento da portare in tribunale e come impostarla; in ultimo, insieme ai legali di Piano Debiti,
analizziamo la documentazione raccolta in modo da confermare al cliente che il piano che avevamo ipotizzato sia realmente fattibile. Da quel momento parte tutto il percorso “burocratico” che porta la pratica in tribunale e che fa ottenere al cliente la cancellazione dei debiti che non si riescono a pagare.

Leggi anche:  CASA IN EREDITÀ: Come muoversi con intelligenza

3) Cosa fareste se non potesse aiutare un cliente?

Quando ho iniziato a lavorare in questo settore mi è stato detto “meglio un no subito che un sì dopo molti mesi”. È qualcosa che condivido. Preferisco, se la pratica risulta essere infattibile, dirlo sin dal primo appuntamento al cliente in modo da non creare illusioni e non far perdere soldi in inutili consulenze.

4) Qual è stato il suo più grande successo in Piano Debiti?

Affrontiamo problemi così grandi che ogni pratica diventa inevitabilmente un contatto umano e qualcosa che viene condiviso con persone e famiglie, per cui è difficile scegliere un caso in particolare tra gli altri. Posso dire però che, avendo figli, riuscire ad intervenire per aiutare famiglie in sofferenza che hanno bambini – sui quali la situazione di sovraindebitamento si ripercuote inevitabilmente – è sicuramente tra le soddisfazioni più grandi.

5) Cosa l’ha spinto a intraprendere una carriera nella consulenza e cosa la motiva ogni giorno?

In realtà, da circa vent’anni anni lavoro nel settore della consulenza e della formazione e quindi passare dalla consulenza del mondo imprenditoriale a quella relativa alle procedure di sovraindebitamento non è stato difficile in quanto il bagaglio professionale necessario è molto simile. Ci sono due cose particolari che amo del mio lavoro: da un lato il contatto umano che si crea con le persone e dall’altro il fatto che ogni caso è diverso e bisogna sempre impegnarsi al massimo per trovare la soluzione giusta per quel singolo caso.

Per ricevere una consulenza invitiamo tutti a collegarsi al sito web www.pianodebiti.it