Il mutuo va dichiarato nel 730 e si può detrarre?

0
22

La dichiarazione dei redditi, ovvero il 730, è molto importante dato che offre la possibilità di ricevere dei rimborsi fiscali. Sono tante le spese che è possibile detrarre, come spese mediche o acquisto di mobili.

Ma la domanda che molti si pongono è inerente al mutuo. Il mutuo va inserito nel 730? Quale documento serve per il 730? Come inserire il mutuo nel 730? Abbiamo deciso di scrivere questo articolo per capire se il mutuo va dichiarato e soprattutto Quanto si recupera attraverso il 730. Cerchiamo di capire qualcosa di più in merito.

Il mutuo va inserito nel 730?

Sono tante le persone che decidono di acquistare una casa per poterla avere finalmente una libertà a, una certa Indipendenza. Non sempre però si ha la liquidità disponibile per poter effettuare questo grande acquisto.

Per questo motivo molte persone decidono di accendere un mutuo, attraverso cui possono acquistare l’immobile pagando delle rate mensili. Il mutuo però è una grandissima responsabilità, una spesa importante. È possibile scaricare una parte di questo onere così pesante attraverso il 730?

Leggi anche:  Prestito per matrimonio: dove chiederlo, requisiti e importo

Il mutuo si può detrarre

È possibile detrarre le spese del mutuo, ma ci sono te le condizioni ben precise. Nel momento in cui si stipula un mutuo ipotecario, con lo scopo di acquistare, ristrutturare o costruire una prima casa, è possibile detrarre le spese inerenti agli interessi passivi pagati sul mutuo.

In parole povere, inserendo il mutuo nel 730 è possibile recuperare le spese riguardanti le commissioni versate per l’intermediario creditizio, come gli oneri fiscali, le spese di istruttoria e di perizia, le spese notarili, le imposte di registro, ipotecarie e catastali. Quanto si recupera Inserendo il mutuo nel 730? La risposta è molto semplice. Con il 730 è possibile recuperare fino al 19% delle spese sostenute, fino ad una somma di €4000.