Le nuove piattaforme di trading: come tenersi al passo 

0
54

Molti trader utilizzano per vario tempo la medesima piattaforma per le proprie speculazioni. In effetti ce ne sono alcune in Europa che attirano la maggior parte dei clienti, grazie alla semplicità di uso della piattaforma o dei servizi offerti. È vero però che questo ambito è particolarmente vivace, con vecchie piattaforme che si aggiornano e nuove proposte che nascono periodicamente. Ha senso per un trader cambiare piattaforma, per provare qualcosa di nuovo? E come si fa a comprendere quali siano le proposte più allettanti del momento?  

Le informazioni si trovano online

Oggi è facile per chiunque trovare informazioni sulle varie piattaforme di trading disponibili. Sono infatti disponibili vari siti dedicati a questo argomento, che pubblicano recensioni, opinioni degli altri utenti, interi articoli dedicati alle nuove piattaforme, a quelle già disponibili, alle novità del moneto. Basta guardare su toptrading.org per trovare un elenco esaustivo di tutte le principali piattaforme disponibili in Italia, con chiare indicazioni per quanto riguarda la disponibilità di alcuni servizi, l’ammontare del deposito minimo per i nuovi clienti, il tipo di regolamento cui sottostanno. Non serve quindi spendere troppo tempo per visitare i singoli siti, è facile fare una comparazione direttamente dai portati dedicati al trading. Molti di questi siti sono particolarmente attenti alle novità, quindi chi desidera conoscere le nuove piattaforme, o anche cercarne una diversa da quella che utilizza, deve semplicemente accedere a questo tipo di sito. 

Le novità nel campo del trading online

Oltre alle nuove piattaforme che nascono ogni anno e a quelle che vengono autorizzate ad operare in Europa, anche le vecchie proposte propongono talvolta qualche novità. In alcuni casi si tratta di aggiornare completamente la piattaforma, ad esempio rendendola mobile frendly o dotandola di una app per lo smartphone. Ci sono anche siti di intermediazione per il trading online che offrono nuovi asset o strumenti di investimento ulteriori rispetto a quelli già disponibili. Se in passato erano numerose le piattaforme che permettevano di operare su un singolo mercato, oggi il trend va verso la possibilità per il trader di speculare su diversi mercati, a volte anche con strumenti finanziari molto vari. Inizialmente infatti il mondo del trading online si è particolarmente concentrato sugli strumenti derivati, mentre oggi sono disponibili anche broker che propongono in rete la possibilità di acquistare titoli azionari, di prendere parte a IPO o di acquisire quote di fondi comuni di investimento. Chiaramente ogni piattaforma tende a scegliere un preciso target di clienti; se tale target sposta i propri interessi di investimento è costretta a fare lo stesso anche la piattaforma. 

Leggi anche:  Come funziona la leva nel trading? Conviene? Come si calcola?

La questione sicurezza

Come abbiamo già accennato ogni anno in Europa vengono attivati nuovi siti che permettono ai propri clienti di dedicarsi al trading online. Prima di decidere di attivare un conto su uno qualsiasi di questi siti è essenziale fare qualche valutazione per quanto riguarda la sicurezza. Un sito che offre ai propri clienti una piattaforma di trading chiede loro di affidargli il capitale da investire, è chiaro che questo tipo di azione attira una serie di soggetti poco raccomandabili. Per verificare che una società sia autorizzata ad operare in Italia è possibile verificare che possieda le corrette certificazioni da parte della Consob. Si tratta dell’autorità italiana per i mercati e gli strumenti finanziari, che vigila costantemente sulle proposte disponibili, in rete e non solo. Visto che una società autorizzata ad operare in un qualsiasi Stato europeo lo può fare anche in tutti gli altri, Consob pubblica anche un elenco delle società autorizzate da altre autorità di controllo, che sono comunque degne di fiducia. Per il trader si tratta semplicemente di verificare che la società che gestisce il sito o la piattaforma che utilizza sia in regola con le normative vigenti e autorizzata ad operare in Italia. 

Le recensioni sono utili?

I siti dedicati al trading online in molti casi pubblicano recensioni delle varie piattaforme di trading disponibili in Italia. Questo tipo di soluzione è particolarmente interessante per chi è alla ricerca di informazioni per la scelta di una piattaforma di trading. Le recensioni contengono infatti una breve descrizione delle proposte di un sito, dell’offerta pubblicitaria; ma spesso l’autore della recensione fa anche una disanima dei servizi disponibili, dei pregi e dei difetti della singola piattaforma. In alcuni casi questa disanima è avvalorata dalla disponibilità di opinioni di utenti che hanno già utilizzato la piattaforma di trading. Sono informazioni preziose, perché consentono di conoscere pregi e difetti di una piattaforma prima ancora di aver effettuato l’accesso sulla stessa.  

Come si sceglie la piattaforma di trading

Ricordiamo al trader alle prime armi che non è possibile indicare una piattaforma di trading ideale, la migliore in assoluto, quella adatta a qualsiasi soggetto. Questo perché ognuno ha il proprio stile di trading, predilige specifiche attività di speculazione, desidera avere a disposizione un certo tipo e numero di asset. Sempre più spesso le piattaforme offrono abbonamenti e conti diversificati a seconda del tipo di cliente cui si rivolgono. Ci sono quindi soluzioni che meglio si adattano alle esigenze del singolo trader.