Cos’é il prestito tra privati e come funziona

0
152

Nel momento in cui si fa riferimento ai prestiti tra privati, vale a dire che si parla di quei prestiti che non vengono elargiti da istituti di credito finanziari o banche. Ma nel concreto cos’è il prestito tra privati? Come funziona? Cerchiamo di scoprire qualcosa in più

Cos’è il prestito tra privati

Come abbiamo già detto, si tratta di un tipo di prestito che viene stretto tra due soggetti privati. Questo prestito si divide in diverse tipologie ovvero prestito tra privati non regolamentati e prestiti da privati regolamentati mediante terze parti.

Innanzitutto è necessario precisare che si tratta di prestiti del tutto legali. Una soluzione immediata, soprattutto per chi ha necessità di liquidità e può ricevere il denaro richiesto anche in giornata. Nel momento in cui si tratta di piccole somme non è nemmeno necessario dichiarare questo prestito, e non vi è alcun tipo di tassazione.

Ma se al contrario si necessita di una somma più alta i prestiti tra privati vengono formalizzati mediante un contratto.

Leggi anche:  Come giocare in borsa: la guida per principianti

Come funziona il prestito tra privati

Esiste proprio un decreto ingiuntivo secondo cui è necessario formalizzare un prestito tra privati nel momento in cui si tratta di una una somma elevata. Il creditore può richiedere determinate garanzie, quali il Crif e la busta paga. Insomma si tratta di un vero e proprio contratto legale, grazie al quale il creditore, nel momento in cui non viene liquidato, può ricorrere a vie legali magari mediante una sentenza.

Sono svariate le forme di contratto difetti di tra privati, tra cui anche il prestito cambializzato. Solitamente viene scelta la forma di scrittura privata, nella quale il creditore il richiedente si ritrovano a stilare un contratto dinanzi alla presenza di un avvocato. Il prestito tra privati cambializzato viene meno utilizzato, anche perché è soggetto ad una tassazione