Superbonus 110%, salta il tetto Isee anche per le villette: tutte le novità

0
99

Il Superbonus 110% per la ristrutturazione delle villette, molto probabilmente continuerà senza limitazioni di reddito.

Superbonus 110%, nessun tetto ISEE per le villette

Ancora nessun testo definitivo per la legge di Bilancio 2022, secondo indiscrezioni, però, sembrerebbe che il Superbonus 110% per la ristrutturazione di villette e case unifamiliari continuerà senza limitazioni legate al reddito.

Questa norma importantissima per la casa, dovrebbe ricevere l’ok definitivo dal Parlamento in Settimana. Secondo una prima versione della Manovra, le case unifamiliari poteva usufruire del Superbonus solamente se il proprietario aveva un Isee inferiore a 25mila euro.

Numerose le critiche delle associazioni, in quanto un tetto così basso escludeva anche chi non era benestante.

A causa di tutte queste proteste, la limitazione potrebbe saltare. Verrà stabilita una scadenza di presentazione per mantenere sotto controllo la spesa per lo Stato.

Superbonus 110%, salta il tetto Isee anche per le villette: sconto in fattura e cessione del credito

Subiranno modifiche anche lo sconto in fattura e la cessione del credito. Entrambi le agevolazioni, permettono al beneficiario di usufruire immediatamente del vantaggio fiscale senza aspettare le detrazioni Irpef negli anni successivi.

Leggi anche:  Bonus da 10 mila euro per il 2022: ecco come ottenerlo

Lo scopo del nuovo testo è prorogare il sistema introdotto nel biennio 2020-21 dal decreto Rilancio dello scorso anno per i sei filoni di intervento: recupero del patrimonio edilizio, interventi di efficienza energetica, misure antisismiche, recupero o restauro delle facciate, installazione di impianti fotovoltaici o di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

Proroga per il Bonus facciate

Prorogato fino al 2022 il Bonus facciate. La proroga introduce una differenza di detrazione che non sarà più del 90% ma del 60%.

La detrazione del 90% sarà ancora ammissibile solo per chi ha saldato i lavori entro il 31 dicembre 2021.