Quotazione Enel: conviene investire oggi? Previsione

0
18

Ci troviamo in un periodo storico caratterizzato da incertezza, periodo in cui è molto difficile investire oggi in borsa. Sono tanti gli investitori che sono attirati dalla società Enel.

Il quesito che molti si pongono è inerente all’investimento in azioni Enel. Conviene investire oggi? Qual è la previsione per il 2022? Questo titolo quanto può salire? E quanto può scendere? Cerchiamo di chiarire meglio la situazione e di rispondere a tutte queste domande.

Conviene investire in Enel

Dopo la situazione difficile affrontata per la pandemia, da inizio anno sembra che il valore di Enel sia tornato a crescere del 25%. Enel ha un volume di affari che spazia in oltre 30 paesi, partendo dall’Italia fino ad estendersi a tutta l’Europa. Oggi, sulla Borsa Italiana, si presenta con 90 miliardi di capitalizzazione ed è definita “la blue chip di maggior valore nel paniere sottostante dell’indice FTSE MIB.”
Negli ultimi cinque anni all’interno della Borsa Italiana Enel ha visto crescere tantissimo il suo valore, e questo è successo a pochissime aziende.

Leggi anche:  Materia prima su cui investire oggi per guadagnare nel 2023

Conviene investire nel 2022

Per quanto riguarda il valore odierno delle azioni Enel, facciamo nuovamente riferimento al sito finaria.it dove sono riportate le ultime novità. Dal sito possiamo infatti leggere che Enel ha un bilancio abbastanza solido.

Ecco ciò che condivide il sito ufficiale della compagnia: “Enel è una delle società energetiche su cui scommettere nella seconda parte del 2022, insieme alla francese Engie e la National Grid del Regno Unito. Secondo gli strateghi della banca d’affari, infatti, queste multinazionali hanno già fatto molti passi avanti nel processo di decarbonizzazione e sviluppo sostenibile, e potrebbero beneficiare dei piani di transizione energetica previsti dall’UE. (….) Al momento il target price di Enel è di 8,90€ per azione, leggermente inferiore rispetto alla sua quotazione attuale. La stima, però, balla tra un range che va dai 7 ai 11 euro, una forbice molto ampia e difficile da valutare.”