venerdì, Ottobre 22, 2021
HomeCryptovaluteGuida su come fare mining a casa. Ecco come creare bitcoin e...

Guida su come fare mining a casa. Ecco come creare bitcoin e criptovalute

Come fare mining a casa? Costi e guadagni. Conviene?

In questo articolo scopriremo come fare mining a casa e come creare una piccola centrale per “minare” bitcoin e criptovalute. Con la nostra guida scoprirai anche i costi, profitti e vantaggi di minare crpytovalute a casa.

Cosa sono le criptovalute e come si creano

Le criptovalute sono monete virtuali e fin qui tutto è chiaro o quasi! Cosa si intende invece per mining? In modo molto sintetico il mining è un’operazione che sta alla base della capacità della blockchain di garantire una certa sicurezza economica. Con il mining potrai creare i tuoi bitcoin o le tue cryptovalute.

Detto questo può capitare che in molti si chiedano se sia possibile realizzare “in modo casereccio”  una piccola centrale di mining per criptovalute. Si, è possibile ma prima occorre comprendere cosa voglia dire  “minare criptovalute” . Adesso scendiamo nel dettaglio del termine “Mining

Il mining

Il processo tecnico su cui si basa il mining non è complesso: l’origine delle cripto valute è per natura peer-to-peer. Ciò significa che ogni nodo della rete di una cryptovaluta ha identico valore all’interno del sistema.

Chi fa mining investe in strumenti e macchinari che, inseriti nella rete, permettono di  convalidare le transazioni. Colui che svolge l’attività di mining è chiamato miner, appunto,  il quale  riceve in cambio una ricompensa in criptovaluta per ospitare queste transazioni.

In pratica il “minatore” mette a disposizione la CPU – ovvero il processore – e/o la GPU – ovvero la scheda grafica – di un suo sistema per generare i cosiddetti “hash”.

A che servono gli hash?

Gli hash permettono di convalidare le transazioni delle criptovalute e sono generati più o meno velocemente a seconda della potenza di calcolo del sistema utilizzato. Più è recente e moderno il processore o la scheda grafica, più hash potrà generare, più transazioni potrà convalidare. Ovviamente in termini pratici questo vuol dire che ad un maggior numero di transazioni corrisponderà  un guadagno più elevato di criptovalute. Semplice, vero?

Consumi di una piccola centrare di mining

Quanto consuma quindi una piccola centrale di mining? Innanzitutto bisognerà ottimizzare il proprio pc. Si deve utilizzare un computer potente, con un buon processore e un’ottima scheda Grafica. I consumi, qui in Italia almeno, sono molto alti, basti considerare che l’energia costa in media € 0,22 Kw/h..

Molte società di mining, infatti, risiedono all’estero dove l’energia costa di meno. Generalmente in 24h si possono arrivare a spendere anche 70€ di elettricità, se si ha un singolo computer ovviamente neanche troppo ptoente.

Come si inizia a minare criptovalute

Basterà installare su di esso software specifici per il mining come Kryptex e iniziare la propria avventura.

Attenzione che se è vero che Kryptex permette di utilizzare sia il processore che la scheda grafica per effettuare le operazioni di mining è anche vero che non supporta componenti troppo vecchi. Considerate quindi il prezzo dell’elettricità per tenere acceso il Pc a fare mining 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e l’eventuale costo di un impianto di raffreddamento.

ARTICOLI CORRELATI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popolari

Commenti recenti