Come richiedere la 104 sul sito dell’Inps: guida semplice

0
173
A sign of the person with disabilities and euro bills made of paper in the hands of a man

La legge 104 è quella legge rivolta ai lavoratori con un invalidità riconosciuta, ma non solo. Questa legge offre la possibilità di ottenere un aiuto economico sia ai parenti sia la persona direttamente disabile.

Nell’articolo 1 della legge si può leggere: “una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione.”
Ma chi fosse più o meno usufruire di questa legge? Come si richiede? Vediamo di capire qualcosa in più in merito insieme

Come si richiede la 104

La legge 104 è rivolta a:

  • Genitori di figli disabili;
  • disabili con contratto di lavoro dipendente;
  • coniugi lavoratori dipendenti di soggetti affetti da disabilità grave;
  • Lavoratori dipendenti parenti di individui disabili.

Per poter accedere ai benefici previsti da questa legge è necessario inviare in via telematica tutta la documentazione che attesti la condizione di disabilità di un individuo. Una commissione medica prenderà il compito di effettuare accertamenti per poter confermare tale situazione, esattamente come mostrato dal richiedente. Nella commissione che prenderà sotto esame la richiesta, ci saranno un medico, un operatore sociale, e uno psicologo. Il richiedente verrà chiamato ad effettuare l’esame presso la sede INPS più vicina alla propria residenza.

Leggi anche:  Quale punteggio è sufficiente per ottenere la pensione di invalidità

Ecco come richiedere la 104 sul sito dell’INPS

Per fare la richiesta della legge 104 bisogna seguire un iter ben preciso. Come prima cosa bisogna essere in possesso di uno specifico certificato, noto come Certificato SS3, dove il medico curante si occuperà di inserire tutte le informazioni inerenti al richiedente.

In seguito sarà necessario inoltrare la domanda all’INPS. Questo può essere fatto utilizzando il servizio offerto da un patronato oppure attraverso l’area clienti del sito dell’Istituto nazionale di previdenza sociale, il cui accesso può essere effettuato attraverso spid, cie o cns.
L’istituto, dopo aver acquisito la documentazione necessaria, chiamerà il richiedente a presentarsi in un determinato giorno e ad una determinata ora, all’ Istituto INPS più vicino per poter eseguire una prima visita. Verrà poi redatto un verbale dove il medico andrà a stabilire la percentuale di disabilità riconosciuta.