Pensione sociale 2022: importo, requisiti, come richiederla

0
115
Pensioner man holding in hands euro coins. Theme of low pensions.

La pensione sociale 2022, nota anche come pensione delle casalinghe, è un servizio offerto da INPS rivolto ai cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari che hanno un basso reddito, senza un minimo di contributi, ma che  rispettano comunque dei determinati requisiti. Ma a quanto ammonta? Come richiederla? Chi può averla? Cerchiamo di capire qualcosa di più in merito

Pensione sociale 2022: chi può averla e come richiederla

La pensione sociale 2022 è rivolta alle casalinghe che hanno raggiunto l’età pensionistica, ma non hanno un minimo di contributo versato. Questa tipologia di assegno è stato introdotto il primo gennaio del 2022, e come ogni tipo di servizio offerto, bisogna rispettare determinati requisiti per poterla ottenere. Questi sono:

  • 67 anni di età compiuti;
  • residenza effettiva e continuativa in Italia, minima di 10 anni;
  • non superare 6085,30 (da confermare) euro annuali di reddito personale ed 12.170,60 (da confermare) euro annuali di reddito complessivo con il coniuge.
Leggi anche:  Carta di credito aziendale online: come e dove richiederla

Per quanto riguarda l’importo, l’assegno sociale INPS 2022 è pari a 468, 10 euro per 13 mensilità. Ogni mese questa prestazione viene erogata in un determinato giorno. Vengono spesso aggiornati i calendari di pagamento con le date (ad esempio i mesi di aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre, dicembre). Dopo aver presentato la documentazione inerente alla dichiarazione dei redditi, questa prestazione si è presentata con un importo aggiornato.

Inoltre l’INPS spesso effettua dei ricalcoli, come questo mese, in modo da aggiornare l’importo. Per poter presentare la domanda è necessario inoltrare la modulistica alle sedi INPS, allegando i seguenti documenti:

  • l’autocertificazione dei dati personali;
  • la dichiarazione della situazione reddituale;
  • la dichiarazione di responsabilità riguardo eventuale ricovero in istituto con retta a carico dello Stato.
    Infine, l’assegno verrà erogato il mese seguente alla presentazione della domanda.