Leasing immobiliare: come funziona, chi può farlo e conviene?

0
91

Ad oggi si sente spesso parlare di leasing immobiliare. Una nuova formula molto conveniente per poter strutturare un contratto di locazione. Ma come funziona? Chi può farlo? Quanto dura? Quali sono i dei requisiti? Dove si fa? Ecco qualche dettaglio in più

Cos’è il Leasing immobiliare

Un affitto con riscatto, chiamato leasing immobiliare. Un procedimento che viene utilizzato come una formula di affitto con conseguente riscatto. Insomma, differentemente da un normale contratto d’affitto, nel leasing immobiliare sono implicati il richiedente e l’Istituto bancario.

Funziona esattamente come un tradizionale contratto d’affitto, solo che al termine del pagamento del canone di affitto, l’immobile non resterà l’intestatario, bensì verrà trasferito al locatario. Si tratta di una formula che è molto più facile da ottenere rispetto al mutuo, dato che l’immobile rimane comunque nelle mani dell’intestatario fino a che il richiedente non avrà terminato il pagamento.

Leggi anche:  Buoni e coupon per la spesa gratis: dove trovarli e come funzionano

Insomma si tratta di una maggiore sicurezza proprio per l’istituto bancario stesso.

Leasing immobiliare: come si ottiene

Anche le aziende richiedono il leasing immobiliare, dato che questo ha moltissimi vantaggi. Come detto in precedenza, è molto più facile ottenere un leasing immobiliare rispetto al mutuo. Per poterlo ottenere bisogna seguire un determinato iter burocratico.

In primo luogo, l’istituto bancario in cui si desidera far richiesta, dovrà verificare la presenza dei requisiti. La durata dipende dal tipo di contratto che verrà poi stipulato. Si tratta di una formula molto utilizzata, ma anche molto più conveniente dato che è molto più flessibile.

Inoltre, non vi è una determinata l’imitazione di reddito da rispettare e le tasse e possono essere anche detratte. Insomma il leasing immobiliare è molto vantaggioso e si presenta anche con molte agevolazioni.