Quanto tempo impiega l’Agenzia delle Entrate a notificare un accertamento

0
236
quanto tempo agenzia entrate ci mettere per accertamento fiscale

Oggi scopriamo quanto tempo impiega l’Agenzia delle Entrate a notificare un accertamento di natura fiscale? Quant’è il tempo massimo e minimo?

Nella dichiarazione dei redditi non hai riportato dei guadagni percepiti nella speranza di non essere scoperto dal fisco?

Non hai indicato un pagamento ricevuto per un’attività che hai svolto?

Se non hai provveduto in tempo a regolarizzare la tua posizione e a comunicare eventuali guadagni, hai commesso un’evasione fiscale.

Vediamo come evitare sanzioni

Ci sono diverse strade che possono aiutare il contribuente a farla franca e a non pagare le varie irregolarità, la prescrizione è una di queste.

Possono essercene due tipi: una riguarda il termine entro cui l’Agenzia delle Entrate deve notificare l’avviso di accertamento ed è chiamata decadenza, mentre l’altra, è quella che decorre dalla notifica dell’accertamento fino all’arrivo della cartella di pagamento sino al pignoramento.

QUANTO TEMPO IMPIEGA L’AGENZIA DELLE ENTRATE AD ACCERTARE UN EVASIONE?

Il tempo può variare a seconda del tipo di illecito commesso, chi ha omesso di presentare l’intera dichiarazione dei redditi avrà tempi di prescrizione più lunghi rispetto a chi non indica nella dichiarazione un compenso percepito.

Leggi anche:  Imposta di bollo sui conti correnti: a quanto ammonta e quando si paga

Le evasioni anteriori al 1 Gennaio 2016 inoltre hanno un termine diverso rispetto a quelle successive. Infatti, il contribuente che ha commesso un’evasione successiva al 2016 non sarà favoreggiato in quanto il fisco avrà più tempo per notificare gli accertamenti fiscali.

EVASIONI ANTERIORI AL 1 GENNAIO 2016

Se presentando la dichiarazione dei redditi viene omessa l’indicazione di un compenso percepito, l’accertamento fiscale deve intervenire entro il 31 dicembre del quarto anno successivo alla presentazione. Nel caso di mancata dichiarazione, l’accertamento deve avvenire entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui si sarebbe dovuta presentare la dichiarazione

EVASIONI SUCCESSIVE AL 1 GENNAIO 2016

Nel caso di mancata indicazione di un compenso ricevuto, l’accertamento avverrà entro il 31 dicembre del quinto anno successivo alla presentazione della dichiarazione.

Se la dichiarazione è omessa, l’accertamento avverrà entro il 31 dicembre del settimo anno.

Abbiamo appena visto quanto tempo ci impiega l’Agenzia delle Entrate per notificare un accertamento fiscale