Come riscuotere la pensione in contanti

0
69
SSUCv3H4sIAAAAAAAACpySy27DIBBF95X6DxbrIBmDY9xfqbrg5RiFQAS4VRXl38vDjlh35znD3Lkz48f7W9cBzoIW4KN75CjF2pgtRM+idjbh/rRzr6xUviVK6ui8ZqaFnEWxWnZTCdrNmIyfJQlCZHELKuRmOxIsqkvSqPAlUR191rg7EiWZKlIKgFPDwsYLO1AV/1dl/fg6pmEXZcVvMdwM4pVRrA6yewSYTkTN8wCpFAskkgs497OAkiiGCeNnNOHSpUqD609U/taugm1Su2YL304wkx/gpvPda6HtpSlzcS1XOcqE22z02fJrUmCcuzNu8kmWpKkOvrIQ0nN58KaRSP+AuzV9rItl4F0VyHS5HCI89BRRSs8jGTCaJrI/qNdeddIpdg6hFIurlu3oOjsAwyiGfkQCjnRhkGC0QD5TAheJlZzOHGEk0wqffwAAAP//AwDXjh2etwIAAA==

Ci sono tanti pensionati che vorrebbero ricevere la pensione senza andare in posta. Oggi tutti questo è possibile in quanto ci sono tanti modi attraverso cui è possibile ricevere l’accredito della prestazione pensionistica. Vediamo come ritirare la pensione in contanti

Riscuotere la pensione senza conto corrente

La pensione può essere ritirata in contanti in quanto può essere accreditata secondo diverse modalità. Chi non è in possesso di un conto corrente, ha la possibilità di ricevere la prestazione su un libretto di risparmio postale, ma anche su carta prepagata o Postepay a patto che queste siano dotate di IBAN. Ovviamente la preferenza della modalità di accredito di dovrà comunicare all’Inps.
Nonostante ciò, c’è chi preferisce recarsi in posta e prelevare tutta la pensione in contanti. Questo è permesso solo a coloro i quali ricevono una prestazione inferiore ai 1000 euro. Nel momento in cui dovesse superare tale cifra, sarà necessario l’accredito su conto corrente.

Leggi anche:  Bonus asilo nido 2022: requisiti e come richiederlo

Inoltre dobbiamo fare una differenziazione tra un conto corrente postale e un conto corrente bancario. Come è risaputo, la pensione viene accreditata nel corso del primo giorno bancabile. Dato che gli istituti bancari sono aperti dal lunedì al venerdì, nel caso in cui il primo giorno del mese cade di sabato, sarà necessario attendere il lunedì per poter ricevere l’importo della propria pensione. Con il conto corrente postale il discorso cambia dato che gli uffici postali sono aperti al pubblico dal lunedì al sabato.

Ci sono ulteriori novità per sconfiggere l’evasione fiscale. Dal 1 luglio pensioni e stipendi superiori ai mille euro ed erogati da INPS/INPDAP non potranno più essere pagate in contanti, ma dovranno essere versate attraverso strumenti che garantiscano una maggiore tracciabilità dei pagamenti. Tutti coloro che fino ad oggi hanno optato per altri metodi, dovranno necessariamente correre ai ripari.